CELLULE STAMINALI NEL TRATTAMENTO DELL’ARTROSI, DELLA CARTILAGINE E DEI TENDINI

CELLULE STAMINALI NEL TRATTAMENTO DELL’ARTROSI, DELLA CARTILAGINE E DEI TENDINI

Gli ultimi anni si sono osservate sempre più evidenze circa l’esistenza di cellule in grado di riparare o rigenerare i tessuti danneggiati. La Chirurgia Rigenerativa, oggi, permette l’uso di queste cellule nella cura delle principali patologie di spalla e di ginocchio per quanto riguarda le affezioni della cartilagine e  dei tendini.

La cartilagine è un tessuto fondamentale e spesso affetto da una degenerazione precoce, un’usura, causa di artrosi, dolore, e perdita di movimento. La sua assenza di vascolarizzazione, che ne impedisce la rigenerazione e ne inficia la riparazione, è il principale ostacolo al trattamento. Evidenze recenti, tuttavia, hanno dimostrato la possibilità di innescare un processo di “autoguarigione” tramite l’applicazione locale di cellule staminali di derivazione adiposa in grado di differenziarsi in cellule cartilaginee.

CELLULE STAMINALI: QUANDO FARLE E COME FUNZIONANO

Questa procedura risulta ottimale in pazienti più giovani e attivi, dai quali è possibile aspettarsi una valida risposta biologica di guarigione. Tuttavia risulta appropriata anche in età più avanzata, e in quei pazienti per i quali l’impianto di una protesi sarebbe troppo rischioso. In ultimo, al fallimento di terapie mediche, fisioterapiche, elettromedicali, e infiltrative. L’ innesto autologo di tessuto adiposo (il grasso addominale) può rivelarsi l’arma vincente nel ritardare interventi maggiori vivendo senza troppe limitazioni.

Queste cellule (MSC) sono staminali adulte con proprietà immunomodulatorie e antinfiammatorie. Possono regolare le risposte del sistema immunitario, guidare la cascata infiammatoria, e quando innestate in una sede sono in grado di migrare verso il tessuto danneggiato stimolando i processi locali di rigenerazione. In campo ortopedico si sono dimostrate in grado di stimolare la formazione di cartilagine, di ridurre l’infiammazione che accompagna l’artrosi, e di modulare la produzione di liquido sinoviale verso una soluzione più fisiologica.

Le patologie maggiormente trattate con questa tecnica sono: artrosi, tendinosi, condropatia, lesione parziale dei tendini della cuffia dei rotatori. Quindi i quadri degenerativi delle più importanti strutture delle articolazioni.

Foto di come si presenta il tessuto prelevato dopo essere stato "preparato" con il kit apposito

Preparato adiposo al termine della processazione

CELLULE STAMINALI: L’INFILTRAZIONE

L’infiltrazione con MSC di origine adiposa consta di due fasi: prelievo dal grasso addominale, e infiltrazione intrarticolare. Si esegue in regime di day hospital (non è previsto un ricovero), e dura circa 30 minuti.

In anestesia locale viene praticata una piccola incisione sulla pancia, attraverso la quale viene infiltrata una soluzione di fisiologica e adrenalina, e aspirato il grasso. Si purifica il grasso con un kit monouso e lo si filtra, separando la porzione oleosa dalla porzione contenente le MSC. A questo punto il materiale preparato viene infiltrato nell’articolazione (nei casi di degenerazione articolare) o nel tendine, o in sua prossimità (ad esempio nei casi di tendinosi). Segue quindi la medicazione, che sarà con semplici cerotti per la zona infiltrata, e con un bendaggio compressivo sulla zona del prelievo (da tenersi per circa 7 giorni).

Schema di funzionamento del sistema di filtraggio del grasso

Il sistema è costituito da filtri sequenziali attraverso i quali passano i cluster adiposi, e da biglie metalliche che ne agevolano la lavorazione.

CELLULE STAMINALI: RISULTATI IN ORTOPEDIA

I risultati di questa tecnica sono molto incoraggianti, e indicano l’artrosi e la tendinosi come indicazioni elettive.

Uno studio recente su 1128 pazienti artrosici (dal II al IV grado, con 85% di pazienti obesi) ha mostrato rigenerazione cartilaginea a 6 mesi dalla procedura. A circa 12 mesi, anche i pazienti obesi avevano raggiunto i risultati clinici dei pazienti più magri e con artrosi più lievi. I ricercatori hanno concluso che la procedura si può considerare sicura e duratura, ma soprattutto in grado di migliorare la qualità della vita del paziente.

Guarda la VIDEO SPIEGAZIONE e iscriviti al canale Youtube!

Vuoi sapere se l’Infiltrazione con Staminali Adipose può risolvere il tuo problema? PRENOTA UNA VISITA!

Ti è stato proposto un intervento per Infiltrazione con Staminali Adipose? CLICCA QUI PER INFORMAZIONI E PER SCARICARE LA DOCUMENTAZIONE UTILE!


About Author

LDG

LDG

Chirurgo Ortopedico, Specialista in Chirurgia della Spalla e del Ginocchio, si occupa di Artroscopia e di Protesica, nonchè di Tecniche Innovative di Rigenerazione Cartilaginea.

Rimani aggiornato sulle ultime news, le patologie, le tecniche, e gli eventi promossi dal dr. Luca Dei Giudici