spalla dottor ortopedico luca dei giudici

Instabilità di spalla: gestione accurata per una patologia complessa

L'instabilità di spalla si verifica quando l'articolazione della spalla non rimane saldamente in posizione, causando episodi di lussazione o sublussazione. Quali sono gli approcci terapeutici? - Riabilitazione e fisioterapia giocano un ruolo cruciale nella gestione dell'instabilità della spalla, soprattutto gli esercizi di rafforzamento e stabilizzazione muscolare. - Terapie conservative: sono limitate ai primi episodi che si verificano nel paziente adulto, se non sono presenti lesione ossee e se l'evento è stato causato da un trauma, e si parla di riabilitazione dopo un periodo di immobilizzazione in tutore. I casi con lesioni ossee, le lussazioni ricorrenti, e quelle sotto i 23 anni di età ottengono risultati molto migliori da un trattamento chirurgico. Ad oggi, almeno io, li eseguo tutti in artroscopia compresi Latarjet e bone block. Discorso a parte le instabilità multi direzionali, perché spesso associate a iperlassità e disordini anche del tessuto connettivo. - Chirurgia artroscopica: utilizziamo per i casi più importanti la tecnica mini invasiva, che consente al chirurgo di riparare lesioni dei tessuti molli, rafforzare i legamenti lassi e ripristinare la stabilità dell'articolazione attraverso piccole incisioni e l'utilizzo di strumenti chirurgici guidati da telecamera.

Contattami

Altri utenti stanno leggendo...