tendinopatia dottor ortopedico luca dei giudici

Artrosi o tendinopatia? Ecco quello che devi sapere per evitare l’intervento chirurgico

Negli ultimi anni mi sono dedicato molto alle moderne metodiche di Medicine Rigenerativa. Questo perché la tecnologia ha fornito la possibilità di contrastare e rallentare la degenerazione artrosica ed altre patologie con metodiche semplici ed efficaci, evitando (o ritardando molto) l'intervento chirurgico. Una nuova frontiera per noi medici, e nuove opzioni di cura per i pazienti.

✔ Oggi la fase sperimentale è ufficialmente conclusa, e la validazione scientifica è stata costruita su casistiche di tanti anni.

🎯 Ecco le 4 domande che più frequentemente mi vengono rivolte in merito all'argomento:

🔹 Quali sono le principali indicazioni in ortopedia?
Suddividiamole tra:
▪ LESIONI CARTILAGINEE IN FASE INIZIALE
La Medicina Rigenerativa ha l'obiettivo di recuperare lo spessore cartilagineo e migliorare il trofismo cellulare cartilagineo, riducendo quindi i processi infiammatori e il dolore.
▪ DEGENERAZIONE TENDINEA E TENDINOPATIE CRONICHE
In questo caso la Medicina Rigenerativa favorisce la riduzione dei processi infiammatori cronici e la rigenerazione di tessuti tendinei sani. Ciò a vantaggio della funzionalità e anche in questo caso del dolore.

🔹 E' vero che l'artrosi può essere curata con i semplici ed innovativi trattamenti di Medicina Rigenerativa?
Assolutamente si, soprattutto in quelle situazioni ancora in fase iniziale. I principali benefici di questi trattamenti sono:
▪ Miglioramento della funzionalità
▪ Riduzione del dolore
▪ Riduzione dell’infiammazione
Nelle fasi più avanzate di degenerazione artrosica della cartilagine, va valutata la situazione del suo insieme, non sempre è consigliato. Posso affermare in ogni caso che i trattamenti hanno una buonissima percentuale di riuscita su giusta indicazione.

🔹 Come avvengono i trattamenti? C'è necessità di ricovero?
Non si viene ricoverati, si tratta infatti di trattamenti eseguiti in regime di day hospital. Il trattamento viene eseguito in anestesia locale, dura circa 20 minuti e, a seguito di un'ora precauzionale di monitoraggio, si torna a casa camminando sulle proprie gambe.

🔹 Che durata hanno i benefici?
Non si può rispondere con precisione perchè ogni caso è a se. In generale, nei casi di lesioni cartilaginee artrosiche in fase non ancora avanzata e nelle tendinopatie croniche senza lacerazioni importanti, i risultati si mantengono per periodi di tempo variabili a seconda dei casi, in ogni caso sempre superiori a un anno.

🔹 E' necessaria una specifica riabilitazione?
Non è richiesto alcun percorso specifico di riabilitazione. E' consigliato di evitare attività sportive intense per circa sei settimane ed evitare sforzi particolari. Durante questo periodo è suggerito mantenere l’articolazione in movimento tramite cyclette, nuoto o ginnastica in acqua.

🎯 Ad oggi ho effettuato un buon numero di trattamenti, con risultati davvero soddisfacenti!

Contattami

Altri utenti stanno leggendo...